Mi sono sempre chiesto: è proprio necessario tagliare o distruggere la carta di credito quando scade? Dopo un po’ di ricerche, la risposta è stata un assoluto sì: è un passaggio obbligatorio per non incombere nel furto d’identità.

“Tagliare una carta di credito, rende la barra magnetica inutilizzabile. Ma il numero della carta potrebbe essere ugualmente utilizzato per scopi illeciti.” Sono queste le dichiarazioni di Robert Siciliano, esperto di furti d’identità e CEO di IDTheftSecurity.com.

Come distruggere la carta di credito?

Non basta semplicemente tagliuzzare la carta, ma devi anche fare attenzione allo smaltimento dei pezzi. Per sicurezza getta i vari frammenti della carta in posti differenti o, se il materiale della carta te lo permette, brucia tutto.

Anche il taglio della carta è un procedimento che va fatto con cura: non limitarti a tagliarla in due, ma distruggila completamente tagliando tutti i principali punti chiave (cerca di dividerla in almeno 16 pezzi).

Spesso si dà più importanza alla barra magnetica, ma anche il chip deve essere distrutto, solo in questo modo rendi i dati completamente inutilizzabili. A tal proposito, c’è chi suggerisce di non limitarsi a tagliare il chip, ma di distruggerlo completamente.

Attento al furto d’identità!

Le carte di credito, così come la maggior parte degli oggetti tecnologici, conservano i dati anche dopo aver subito qualche danno. Quando vuoi impedire che i tuoi dati finiscano nelle mani sbagliate, assicurati di distruggere completamente le carte di credito adottando le giuste tecniche sopra descritte.