Wondercube: 8 funzioni tecnologiche in un portachiavi da 2 cm cubici

0
808

Wondercube è un fantastico gadget tecnologico che ho scoperto nel bel mezzo dell’estate. È uno strumento molto utile per coloro che lavorano in mobilità e sono costretti a viaggiare con ingombranti hard-disk, cavi USB e pen drive.

Si tratta di un cubetto di circa 2,5 cm che contiene numerose funzionalità. Come un vero e proprio “cubo delle meraviglie”, il piccolo gadget può essere usato come un portachiavi così da portarselo sempre dietro.

Purtroppo, il Wondercube non è ancora disponibile in commercio e, in realtà, non è ancora chiaro se mai sarà distribuito nei negozi. Al momento, l’unico modo per ottenere il Wondercube è di finanziare il progetto su Indiegogo, tuttavia bisogna fare i conti con un prezzo piuttosto alto (circa 60 euro) ed un’attesa di oltre due mesi.

Cosa fa il WonderCube?

Wondercube-funzionalità

Il Wondercube è un gadget che sostituisce numerosi oggetti che ogni appassionato di tecnologia è solito portare con sé quando non è nella sua “bat-caverna tecnologica”. Se usato in accoppiata con uno smartphone, un tablet oppure un PC, il Wondercube risolve più di qualche grattacapo.

Wondercube è un cavo USB. Da un lato si presenta con una porta USB di tipo A, mentre dall’altro ha una porta micro-USB (o Mfi per i dispositivi Apple) per connettere la maggior parte dei tablet e smartphone. Di conseguenza, si può usare come un cavo di sincronizzazione o per ricaricare il dispositivo. Essenzialmente è un cavo USB di circa 7 centimetri.

Nonostante la diffusione della meravigliosa tecnologia cloud (che personalmente adoro) portarsi dietro una pen drive o una scheda SD è un’abitudine comune per chi lavora con i PC: piccoli oggettini estremamente facili da perdere. Il Wondercube funge sia da pen drive USB che da lettore micro-SD e avere tutto in un cubo di due centimetri è semplicemente favoloso.

Tramite uno switch, si può impostare si può impostare il Wondercube come archivio di memoria oppure per caricare il dispositivo.

Wondercube è anche uno stand per cellulari e tablet. Grazie al suo lato adesivo, può essere incollato ad uno smartphone o tablet per tenerlo sollevato. Essendo un adesivo, col tempo la polvere inizierà ad inficiare sulla tenuta, tuttavia, basta pulirlo con un panno umido e tutto dovrebbe tornare a funzionare correttamente.

Wondercube è anche un caricatore di emergenza. Spacchettata la parte superiore del cubo delle meraviglie, un connettore per una pila alcalina da 9 volt. Non ricaricano bene ed in fretta come un power bank, ma in casi di emergenza può essere una soluzione estremamente efficace.

Wondercube è una torcia di emergenza. Grazie al LED ed un piccolo bottone, il Wondercube si trasforma in una fonte luminosa non troppo potente, ma sempre utile.

Quanto costa e dove si acquista?

Wondercube non è ancora disponibile in commercio. L’unico modo per ottenerlo è tramite la campagna di crowdfunding su Indiegogo. Il costo varia in base alla versione che deciderete di acquistare.

EXTRA: la cappellata del secolo

aukey-adattatore-usb-type-cCome al solito, non riesco mai a fare le cose come si deve. Mentre nel caso del Google Cardboard ho fatto una piccola boiata, con il Wondercube ho fatto qualcosa di ancora più stupido. Quando ho deciso di finanziare il Wondercube su Indiegogo, possedevo un Nexus 5. E fin qui tutto bene visto che l’azienda aveva previsto una versione con porta Micro-USB e una con la Mfi.

Nel frattempo, ho deciso di acquistare il Nexus 5X: scelta azzeccata per molte ragioni, ma un’enorme boiata in ottica Wondercube visto che il Nexus 5X ha una porta USB Type-C e non una Micro-USB classica.

Quindi al momento posso collegare il mio Nexus 5X solo grazie all’adattatore di AUKEY acquistato su Amazon a circa 7 euro. Quindi il rimedio esiste e non è neanche troppo costoso… ma dover portarsi dietro questo “coso” uccide il concetto di minimalità del Wondercube.

Consiglio il WonderCube? Si 🙂

wondercube-2017

NB: Questo capitolo dell’articolo lo scrivo ora (nel 2017) a distanza di due anni da ciò che hai letto qui sopra.

Da quando l’ho acquistato, il “cubo delle meraviglie” è sempre stato con me (o meglio: con le mie chiavi) accompagnandomi in ogni mio spostamento rivelandosi un affidabile compagno di viaggio in qualsiasi occasione. Problemi tecnici riscontrati? Nessuno, a parte la vernice che si è scolorita giusto un po’.

Se consiglio il WonderCube? Ma assolutamente sì! Peccato che il progetto sembra non essere mai sbarcato sul mercato, infatti sia il sito ufficiale di WonderCube che i relativi canali social sembrano abbandonati dal lontano 2015. Ciò significa che il prodotto è praticamente irreperibile. Ho cercato di contattare l’azienda per ottenere qualche informazione in merito, quindi STAY TUNED.