Quale piattaforma eCommerce scegliere per un negozio online nel 2018? È una domanda più frequente di quanto si possa pensare e, come al solito, non esiste una risposta definitiva, ma esistono una serie di soluzioni valide che dipendono dal contesto (come Shopify, Prestashop, Magento, WooCommerce, ecc).

In questo articolo non mi limiterò a fare una semplice “raccolta” di piattaforme, ma ne analizzerò i pro ed i contro così da facilitare la tua scelta.

Shopify

Devo dire che quando ho scoperto Shopify ero a dir poco diffidente… Avevo l’impressione di avere a che fare con un CMS che di personalizzabile aveva ben poco. Niente di più sbagliato! Col tempo ho completamente stravolto il mio pensiero e, ad oggi, ritengo che Shopify sia la miglior piattaforma eCommerce da usare nel 2018.

Non è un caso se attualmente il 10% dei migliori 10’000 eCommerce al mondo sono basati su Shopify e non su Prestashop, Magento o sul diffusissimo WooCommerce.

Pro:

  • L’hosting non è un’incognita. Tutto si basa sui server di Shopify sempre efficienti e affidabili
  • Il backoffice è estremamente semplice da usare con notevoli risparmi di tempo per il caricamento dei prodotti, la gestione delle promozioni e degli ordini
  • Si tratta della soluzione più economica sia per quanto riguarda i costi di sviluppo, che per quanto riguarda i costi di mantenimento
  • Una volta ultimato, l’eCommerce è sempre efficiente riducendo drasticamente gli interventi degli sviluppatori

Contro:

  • Backoffice non traducibile in lingua italiana (ma essendo semplice, non rappresenta un grosso problema)
  • Qualsiasi sia il piano di abbonamento mensile scelto (24, 64 o 240 euro), è prevista una piccola commissione (2.0 / 1.0 / 0.5 percento) su ogni singola vendita
  • Non si trovano molti sviluppatori italiani disposti a creare eCommerce e personalizzazioni per Shopify

Se sei uno sviluppatore: sul sito di Shopify trovi tutte le informazioni utili per cominciare a sviluppare un eCommerce.
Se hai bisogno di aiuto per lo sviluppo: puoi contattami direttamente o lasciare un commento in fondo all’articolo.

Verdetto

Shopify è la soluzione ideale per coloro che hanno intenzione di fare il primo-grande passo nel mondo degli eCommerce perché permette un approccio graduale, relativamente economico e con prestazioni al top.

Ciò che mi è piaciuto di Shopify è che, una volta sviluppato l’eCommerce, è necessaria pochissima manutenzione in quanto è impossibile incombere in problemi tecnici di qualsiasi tipo. Il tutto mantenendo il top dell’efficienza e della sicurezza.

Questi aspetti permettono di focalizzarsi completamente sul caricamento dei prodotti e sull’applicazione delle giuste tecniche di Web Marketing. Insomma: passi il tempo a vendere, non a risolvere problemi stupidi.

CMS eCommerce sviluppato su misura

ecommerce-personalizzato-custom-2018

Più eCommerce vedo e più sono convinto che i pesanti e venerati CMS della “vecchia scuola” siano diventati totalmente obsoleti: backoffice con interfacce al limite del ridicolo, falle di sicurezza oltre ogni limite, ecc…

Penso che definire Prestashop o Magento come CMS di “alto livello” sia una vera e propria eresia. E trovo ancora più assurdo che ci siano innumerevoli aziende che li definiscono come “la miglior soluzione eCommerce del 2018”.

La “miglior soluzione eCommerce del momento” è quella che ti viene cucita addosso: una piattaforma sviluppata da 0 sulla base delle tue esigenze.

E sia chiaro che un CMS eCommerce sviluppato su misura non costa di certo poche migliaia di euro e non può essere sviluppato dalla prima azienda che ti capita a tiro. Una soluzione del genere dovrebbe essere considerata solo da grandi aziende con un team interno che possa occuparsi autonomamente dello sviluppo e della manutenzione della piattaforma.

Pro:

  • Non hai alcun limite, l’intera piattaforma è sviluppata e personalizzata secondo le tue necessità. Insomma, è la soluzione a tutti i limiti dei vari CMS

Contro:

  • I costi di sviluppo sono eccessivi. Decisamente fuori budget per la maggior parte delle piccole e medie imprese
  • I costi di gestione sono altrettanto alti: dovrai legarti permanentemente ad un’azienda (sconsigliato) o dovrai costituire un team di esperti all’interno della tua azienda che si occupino di ogni aspetto
  • Se affidi lo sviluppo della piattaforma ad un’azienda esterna, sarai vincolato ai loro tempi e costi

Se hai bisogno di aiuto per lo sviluppo: puoi contattami direttamente o lasciare un commento in fondo all’articolo.

Verdetto

Sviluppare una piattaforma eCommerce richiede tempo, un team molto abile ed un budget molto alto. Insomma, si tratta di una soluzione per pochi… Quei pochi che hanno esigenze particolari e che hanno le disponibilità economiche di potersi permettere questo passo da gigante.

WooCommerce

WooCommerce (basato sul celebre WordPress) è una valida soluzione molto diffusa in tutto il mondo. Anche nella sua “forma cruda” (non personalizzata), il CMS WooCommerce è estremamente chiaro e funzionale, il che lo rende adatto sia ai neofiti che agli esperti. Ma la vera chicca è che, se realizzato da gente competente, garantisce la libertà di un eCommerce personalizzato insieme alla semplicità di una piattaforma eCommerce come Shopify.

Pro:

  • Altamente personalizzabile, non ha limiti di alcun tipo se non la fantasia e l’abilità dello sviluppatore
  • Estremamente flessibile dal punto di vista grafico: esistono numerosissimi temi adatti a qualsiasi tipologia di eCommerce
  • Il “back office crudo” è abbastanza chiaro e facile da utilizzare con pochissima formazione

Contro:

  • Nonostante io lo ritenga molto semplice, c’è chi lo ritiene “macchinoso” e di difficile gestione
  • La gestione e la manutenzione deve essere effettuata da personale competente (frequentemente)

Se sei uno sviluppatore: sul sito di WooCommerce trovi tutte le informazioni utili per cominciare a sviluppare un eCommerce.
Se hai bisogno di aiuto per lo sviluppo: puoi contattami direttamente o lasciare un commento in fondo all’articolo.

Verdetto

Si tratta di una valida soluzione per chi ha già una certa dimestichezza col mondo degli eCommerce e vuole provare a fare un passo verso una piattaforma indipendente.

Se da un lato eviterai il pagamento delle commissioni delle piattaforme come Shopify, dall’altro ti accollerai numerosi costi aggiuntivi come: assistenza tecnica, sviluppatori, hosting, sicurezza, manutenzione, ecc.

Magento

Arriviamo a Magento: CMS estremamente elogiato, ma che nella sua “forma naturale” pecca su molti aspetti. Si tratta di una soluzione molto flessibile, ma che richiede un elevatissimo grado di personalizzazione e cura dei dettagli per essere realmente funzionale.

Pro:

  • Può essere una base di sviluppo piuttosto efficace al pari di WooCommerce

Contro:

  • Mediamente, lo sviluppo e la manutenzione sono piuttosto costosi
  • Le prestazioni possono essere decisamente altalenanti in caso di “sviluppi improvvisati”
  • Fatta eccezione per determinate sezioni, il back office è fin troppo confusionario
  • Nella sua “versione normale” (senza plugin o sviluppi ad-hoc) la fase di caricamento prodotti è decisamente macchinosa e lenta. Inoltre la gestione delle varianti è pessima

Se sei uno sviluppatore: sul sito di Magento trovi tutte le informazioni utili per cominciare a sviluppare un eCommerce.
Se hai bisogno di aiuto per lo sviluppo: puoi contattami direttamente o lasciare un commento in fondo all’articolo.

Verdetto

Ho visto eCommerce sviluppati su Magento davvero funzionali. Molti altri invece sono sviluppati con i piedi complicando la vita di coloro che si occupano della gestione del negozio online.

Sono del parere che se utilizzato come base di sviluppo di una soluzione altamente personalizzata, Magento possa davvero dare qualche bella soddisfazione. Ma quando viene utilizzato come un semplice CMS, allora ci si può ritrovare tra le mani un eCommerce di difficile gestione sul quale si passa più tempo a risolvere problemi che a vendere.

La miglior piattaforma eCommerce 2018

Non posso consigliare un’unica piattaforma che vada bene in qualsiasi situazione, perciò prenderò in esame 4 situazioni verosimili e consiglierò una piattaforma specifica con tanto di motivazione.

Piccola azienda che vuole esplorare le potenzialità del commercio elettronico

In casi come questi è opportuno fare un investimento quanto più leggero e graduale possibile. Con Shopify ci sarebbe un costo di sviluppo iniziale “importante”, ma non ci sarebbero problemi nella gestione in quanto la piattaforma cloud viene mantenuta al top dell’efficienza dalla stessa Shopify Inc.

Ho parlato di investimento graduale perché, come potrai vedere dai piani di abbonamento offerti da Shopify, è possibile pagare l’abbonamento mensilmente (hosting, analisi frode, analytics, certificato SSL, tool di remarketing, assistenza 24/7, ecc). Inoltre puoi interrompere o cambiare l’abbonamento in qualsiasi momento… Così, se le cose si mettono male, non hai speso un patrimonio inutilmente!

Inoltre è la soluzione più semplice per chi gestisce il backoffice in quanto Shopify gode di un’interfaccia minimale. Per non parlare della fase di caricamento prodotti: intuitiva, semplice e veloce.

Piccola azienda che vuole migrare da eBay/Amazon ad un eCommerce

In questo tipo di aziende, sicuramente ci sono già delle persone che conoscono bene i meccanismi del commercio elettronico, ma non quelli di un eCommerce che, invece, sono molto differenti da quelli di un marketplace come Amazon o eBay.

Anche in questo caso mi sento di consigliare Shopify. Se le vendite vadano bene sui marketplace non assicurano il successo di un eCommerce con gli stessi prodotti.

Quindi anche in questo caso ti consiglio di approcciare la situazione con calma e gradualmente. Shopify è ancora una volta la scelta migliore in quanto, una volta sviluppato e impostato, non richiede la costante presenza di uno sviluppatore per mantenere l’eCommerce efficiente.

Media azienda che vuole entrare nel settore dell’eCommerce in totale indipendenza

Se puoi permetterti di tenere uno sviluppatore/tecnico all’interno della tua struttura allora puoi considerare una via di mezzo tra l’eCommerce personalizzato ed un CMS “preimpostato”.

In situazione come queste potresti prendere in considerazione WooCommerce come base da personalizzare nel tempo. Così facendo ti assicuri la sicurezza e l’affidabilità di un CMS ampiamente utilizzato… Insomma non è un caso se il 42% degli eCommerce è attualmente basato su WooCommerce.

Tuttavia ricorda che una soluzione di questo tipo è complessa e deve essere seguita da persone/aziende con elevati livelli di competenza… Specialmente se non vuoi accontentarti degli strumenti base offerti da WooCommerce.

Grande azienda con notevole disponibilità economica

Se hai la possibilità di mettere in piedi un vero e proprio “team” per l’eCommerce, allora puoi prendere in considerazione lo sviluppo di un CMS personalizzato così da avere il totale controllo.

Poco importa se decidi di basarlo su un CMS (come WooCommerce, Magento, Prestashop) o se scegli una soluzione sviluppata da zero. L’importante è che sia sviluppato da gente competente che sia pienamente coinvolta nel progetto.

Ricorda che una soluzione personalizzata è estremamente rischiosa in quanto, se realizzata da “sviluppatori improvvisati”, potrebbe rivelarsi un totale fallimento. Inoltre, ricorda che ti legherai agli sviluppatori per tutta la durata del progetto perché la manutenzione e l’aggiornamento della piattaforma dipendono esclusivamente da loro… Difficilmente troverai altri sviluppatori in grado di lavorare su un CMS custom senza un’adeguata formazione tecnica.