Non mentite… Anche voi almeno una volta nella vita avete pensato di creare un blog e monetizzarlo per farci i big money. Tuttavia, la maggior parte degli aspiranti blogger desistono quando si scontrano con la dura realtà: monetizzare con un blog non è così facile come potrebbe sembrare. Quindi… come si monetizza un blog in modo efficace? La risposta è tutt’altro che scontata e a dircelo è Raffaele Gaito: noto Imprenditore digitale, Growth Hacker, Startup Mentor e Blogger.

Qui di seguito potete leggere l’intervista integrale con tutte le risposte di Raffaele. Se invece siete pigri e siete convinti che il 2017 sia l’anno dei video, allora potete guardare questo video che riassume tutto in poco più di 1 minuto (ma leggete ugualmente l’intervista perché il buon Raffaele è sceso nei dettagli e merita la vostra attenzione).

Quando monetizzare un blog?

 Gabriele: supponiamo di gestire un blog da 100’000 visite mensili. Secondo te quando è il momento ideale per monetizzare il blog?

Raffaele: la monetizzazione non deve essere legata al numero di visite quanto, piuttosto, alla costruzione di una community. Su un sito generalista 100k visite possono essere poche, su un sito di nicchia possono essere tante, quindi è una cifra che lascia il tempo che trova, è quella che noi Growth Hacker chiamiamo vanity metric, perché non da nessun valore concreto del progetto.

Quindi il momento ideale per monetizzare è quando pensi di avere un community che ti segue e pensi di poter dare un valore aggiuntivo a questa community attraverso degli extra.

Come si misura una community?

 Gabriele: il numero di visite significa poco e nulla ai fini della monetizzazione, è una “vanity metric”… Hai detto che è necessario avere una folta community, ma come si misura una community?

Raffaele: si misura in termini di engagement, di coinvolgimento! E quello è un valore importante e, soprattutto, relativo. Meglio avere 1.000 utenti molto coinvolti che 100.000 utenti per nulla coinvolti. Ovviamente il coinvolgimento dipende da tanti fattori: il tipo di community, il formato dei contenuti, la frequenza con la quale si posta, ecc. Per un blog può essere interessante quanto i post vengono letti, condivisi e commentati; per un gruppo FB può essere interessante vedere quanti contenuti vengono postati al giorno, quanto la gente partecipa alle conversazioni e così via; ancora diverso sarà per un gruppo telegram o slack.

Monetizzazione con Google AdSense

 Gabriele: consigli la monetizzazione con AdSense? Se sì, quanto denaro dovrebbe generare secondo la tua esperienza?

Raffaele: assolutamente no. Io sono contrario a qualsiasi forma di Advertising perché peggiora di tantissimo l’esperienza utente. Senza considerare che con gli Ad-Block ormai sono tempi duri per chi monetizza sulla pubblicità e, inoltre, senza fare numeri grossi (non certo 100k al mese) non muovi cifre interessanti di pubblicità.

Quindi ci sono almeno tre buoni motivi per lasciare perdere AdSense e l’advertising. È un modello che sconsiglio sotto qualsiasi punto di vista.

 Gabriele: ci sono valide alternative ad AdSense? Se sì, quali e perché?

Raffaele: se intendi network alternativi allora la risposta è no.

Metodi alternativi per guadagnare con un blog

 Gabriele: escludendo gli annunci pubblicitari, come si può guadagnare realmente con un blog?

Raffaele: in mille altri modi, che hanno molto più senso della pubblicità e creano molto più valore di un bannerone che lampeggia sul tuo sito. Se non vuoi sviluppare qualcosa di tuo si può guadagnare con le affiliazioni, con attività di influencer marketing, con le sponsorizzazioni e con le partnership.

Se invece vuoi fare il salto di qualità e vuoi sviluppare qualcosa di tuo puoi guadagnare con servizi extra, con prodotti aggiuntivi, con la consulenza, con eventi, con la formazione e così via.

Insomma, sono veramente decine le possibilità di monetizzazione di un blog!

come guadagnare con blog

 Gabriele: cosa consiglieresti a un fotografo, un web designer e all’amministratore di blog di informazione?

Raffaele: esistono decine di metodi e non ne esiste uno migliore dell’altro. C’è bisogno di sperimentare e di capire quale direzione si preferisce. Che senso ha consigliare “fai consulenza” a uno che il consulente non lo vuole fare oppure “fai formazione” a uno che non è capace di parlare in pubblico.

I primi passi per monetizzare un blog

 Gabriele: quali sono i primi passi che consiglieresti ad un giovane blogger che vuole intraprendere questa strada e che vuole guadagnare col suo blog? Ci sono delle piattaforme che ti piacciono particolarmente?

Raffaele: il primo passo è: non pensare a monetizzare. Caro giovane in ascolto, stai partendo male se quello è il tuo primo obiettivo, quello arriverà da solo, negli anni. Investi oggi per vedere i risultati tra 2-3 anni. E per “investire” intendo pensa solo a creare contenuti di qualità! Metti la creazione di valore al centro della tua strategia. Sempre e comunque.